l'Arte dell'Illustrazione

UDINE


"Illustrare fuori dagli schemi"


I libri illustrati per bambini e ragazzi, i fumetti  e il mondo dell’illustrazione in generale occupano da molto tempo un ruolo di primaria importanza nel campo editoriale, ed è in grande espansione. L’illustratore che si occupa di questo settore è un professionista al quale sono richieste conoscenze ed abilità specifiche.
Capacità narrativa, organizzativa e gestionale devono coniugarsi con creatività ed originalità stilistica. questo progetto formativo nasce quindi nell'intento di aiutare gli illustratori (o aspiranti tali) a trovare il loro percorso stilistico e lavorativo al fine di specializzarsi in questo settore.


I corsi si concentreranno sul legame del processo creativo che l’artista esercita per arrivare all'immagine e quindi alla lettura della stessa.   L’immagine poetica che scaturisce dall'interpretazione dell’autore trasporta verso una realtà distante dalla natura fluttuante ed evocativa delle cose ma vicina alle emozioni. L’illustrazione non è una prova dell’esistenza reale del concetto o dell’immagine stessa, ma una traccia da decodificare per arrivare alla personale percezione del concetto espresso dallo scrittore. Chi legge o guarda deve vedere e sentire le cose come l’artista e lo scrittore le volevano intendere attraverso un processo “di codifica” linguistica e percettiva: cosa spiega il testo o l’immagine, cosa dice (parte descrittiva), come viene interpretato.

INSEGNANTI

Francesca Tonini

Francesca Tonini si è diplomata alla Scuola di Restauro di Villa Manin di Passariano, e laureata in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Udine con una tesi sull’altaristica lignea barocca. Specializzata in restauro della scultura lignea, attualmente insegna in varie università italiane (Ca’ Foscari a Venezia, Università Carlo Bo a Urbino, Alma Mater Studiorum di Bologna), e collabora con università e istituzioni in Europa, Stati Uniti e America Latina. Fa parte del Gruppo Scultura lignea di ICOM-cc UNESCO, e ha partecipato al Projecto Retablos con il Getty Conservation Institute e lo IAPH di Siviglia.

 

All’attività di docenza e ricerca (al suo attivo numerose partecipazioni a convegni, progetti di ricerca e pubblicazioni a livello internazionale) affianca con passione progetti di diffusione della cultura e delle tradizioni del territorio, specialmente fra i bambini e i ragazzi delle scuole del Friuli. 

Nel 2015 pubblica in Italia il libro “La scultura lignea. Tecniche e restauro. Manuale per allievi restauratori”, con prefazione di Giuseppina Perusini, per i tipi dell’editore “Il Prato”.

 

Condivisione è la parola chiave che ispira tutte le sue attività: attivare sinergie positive, utilizzare strumenti e metodi dedicati, coinvolgere con attività manuali e pratiche dalle solide basi storiche, per riconoscere le radici, rispettare i valori condivisi e creare sempre nuovi presupposti.    


Sarolta Szulyovszky

Sarolta Szulyovszky è un’illustratrice ungherese nata a Budapest, dal 1997 vive in Italia. In Patria ha studiato Arte applicata all’Università “Nyugat-Magyarországi” di Sopron, specializzazione in Packaging Design. Dopo alcune esperienze in studi grafici, si avvicina al mondo dell’illustrazione frequentando un corso a Sàrmede nel 2005. Lo stesso anno viene pubblicato il suo primo libro. Finora ha illustrato 14 libri per bambini e 4 libri per adulti, per case editrici ungheresi, italiane, polacche e statunitensi. Lavora con tecniche tradizionali (acrilico, collage, matita) e con tecniche digitali e miste. Ha esposto nel 2011 e nel 2013 alla Biennale d’Illustrazione di Bratislava, nel 2008 al Salone del libro di Torino, dal 2007 al 2012 alla mostra Internazionale di Illustrazione Le immagini della fantasia di Sàrmede e in molte altre mostre collettive e personali in Italia e all’estero. Nel 2013 la sua copertina per “Folyékony tekintet” (ed. Libri, Budapest, 2013) è stata selezionata da The Wall Street Journal tra le 12 copertine più belle della Fiera del libro di Francoforte. Nell’ottobre 2018 è stata nominata dal Magyar Gyermekirodalmi Intézet (Istituto della letteratura per l’infanzia ungherese) al premio Astrid Lindgren Memorial Award. Dal 2012 è docente di progettazione grafica, tecniche di disegno e illustrazione presso il centro di formazione Enaip FVG di Udine e conduce corsi e laboratori di illustrazione presso diverse scuole ed enti di formazione 


Maurizio Faleschini

Disegnatore per mestiere e per passione, dopo gli studi artistici approda al mondo della pubblicità come illustratore iperrealista collaborando con numerose agenzie e studi.

Si è dedicato negli anni a molteplici forme d’arte figurativa. Stampatore, incisore, illustratore, grafico pubblicitario, insegnante presso il CFP .lab di Udine, ha partecipato a mostre e rassegne artistiche sia in Italia che all’estero. 

Ha illustrato libri e progetti legati alla didattica, giochi da tavolo, e prodotti pubblicitari.


Alessandra Spizzo

E’ nata a Udine, vagabonda fin da giovanissima, è rientrata (forse stabilmente) recentemente. 
E'  un'eclettica artista. 

studiosa d’arte, curatrice di mostre, performer. Fa parte dell’associazione culturale internazionale AURA, socio onorario e curatrice delle mostre della Seghizzi galleria di Gorizia, collabora con Atthirtyseven, partecipa ai reading di Gente Adriatica di Trieste. Sensibile al sociale, conduce laboratori artistici per adulti autistici, tiene incontri di storia dell’arte e conferenze. Già in possesso del diploma di laurea in Conservazione dei beni culturali consegue con lode la laurea specialistica in storia dell’arte e un master in comunicazione. Ha frequentato il corso quadriennale della Scuola d’arte e mestieri Giovanni da Udine, la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia e l’istituto statale d’arte di Udine. Già allieva per la ceramica del maestro Boldi, per il restauro di Domenico Ruma, ha frequentato la bottega orafa di Mazzola, i laboratori del pittore Sergio Favotto, ha affiancato il fotografo Luigi Ercole e lavorato a Zurigo con l’architetto Cedric Guhl. Già tirocinante presso il laboratorio informatico per le fonti documentali LIDA dell’Università di Udine, si occupa di design bijou e ha pubblicato alcuni albi per ragazzi. Annovera molte mostre personali, installazioni e performance.  La sua vita è dedicata all’arte.  E’ arte.